Caratteristiche e funzionalità dei lubrificanti siliconici

Come dice il nome stesso, i lubrificanti siliconici hanno come caratteristica principale un alto potere di scivolamento sulle parti metalliche dai quali vengono ricoperte a seconda delle esigenze del lavoratore. Sono dotati di proprietà importanti come l’alta resistenza termica, la bassa sensibilità agli sbalzi di temperatura e molte altre che, anche a livello meccanico risultano a dir poco sorprendenti e li rendono i lubrificanti migliori della categoria.

Per questo motivo vengono utilizzati molto nel settore industriale e non solo. Inoltre, sono compatibili con materie plastiche ed anche con gli elastomeri e si può sfruttare il largo range di temperatura nel quale possono lavorare i lubrificanti siliconici. Questo va da -70 a 200 gradi Celsius circa. Tra i più conosciuti e dalle caratteristiche ottime, ci sono i seguenti tipi: lo Spray silicone che addirittura fa partire la su temperatura di esercizio dai – 40 gradi Celsius ed arriva a toccare i 190-200 gradi. Questo è lo spray che viene usato di più con i materiali plastici, visto che è molto scivoloso, ma ne esistono anche altri tipi a seconda delle esigenze lavorative. Il lubrificante siliconico Liquid Mold è perfetto invece, per migliorare il montaggio o smontaggio delle guarnizioni sempre fatte di plastica. I siliconi fluidi HT-HD-EHD si possono trovare in commercio in varie viscosità, a seconda dell’uso che bisogna farne, solitamente partono da valori pari a 50 cSt fino a circa un milione. Il range è vastissimo e con un po’ di questi lubrificanti si ottengono risultati favolosi. Il Rheosil 500F viene usato soprattutto quando i materiali sono in condizioni di stress. Essendo mischiato con il litio, ha la capacità di aiutare i fluidi a migliorare le loro caratterstiche.

I gel invece, sono perfetti per condizioni di lavoro in cui sono presenti forti sbalzi termici e l’ambiente è pressoché difficoltoso sotto vari punti di vista. Quelli che sono in commercio sono: il Fluorocarbon gel 880 ed anche 880MS. L’additivo che viene usato è di solito, il PTFE ed il sapone Litio e Silicato. Per poter aumentare il carico, il secondo dei due viene mischiato con MoS2. Per sapere i prezzi è necessario contattare direttamente le case produttrici. Solitamente, questi sono concorrenziali e soprattutto, favolosi se si pensa alle formidabili caratteristiche di questi fluidi lubrificanti. Nei magazzini sono disponibili tutti i vari prodotti elencati, con disponibilità immediata e sono pronti per tutte le varie esigenze lavorative.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *